ASI TV | I tuffi sui giganti
https://www.asitv.it/media/vod/v/4124/video/i-tuffi-sui-giganti


Cassini come Galileo. La sonda Nasa-Esa-Asi che lo scorso 15 settembre si è immersa nell’atmosfera di Saturno non è stata la prima a schiantarsi su un gigante gassoso. L’ha preceduta, esattamente quattordici anni e sei giorni fa, l’orbiter di Galileo, missione Nasa di esplorazione di Giove che si è tuffata sul pianeta il 21 settembre 2003. Cadrà dunque domani l’anniversario della fine di un altro fondamentale capitolo di scoperta del sistema solare Continuano intanto ad arrivare le immagini catturate da Cassini durante il suo viaggio finale. Nelle sue ultime ore, la sonda ha immortalato il lato in ombra di Saturno, la luce riflessa dagli anelli e infine la nuvolosa porzione dell’atmosfera del pianeta dove poco dopo si sarebbe immersa. Un epilogo degno della sua storia, proprio come nel caso del suo predecessore Galileo. Del resto le due missioni non hanno in comune soltanto la fine, ma anche un incontro spaziale alla fine del 2000: Cassini era in viaggio verso Saturno quando è passata a circa 10 milioni di chilometri da Giove, nella cui magnetosfera si trovava Galileo. La fortunata coincidenza ha permesso un’osservazione congiunta del pianeta – uno dei tanti record delle sonde che hanno esplorato i giganti del sistema solare.


ASI Agenzia Spaziale Italiana, 2015