ASI TV | LISA sensibile alla polvere
http://www.asitv.it/media/vod/v/3781/video/lisa-sensibile-alla-polvere


Sfruttare la sensibilità di LISA Pathfinder per realizzare una carta d’identità delle polveri cosmiche. La sonda ESA, che ha già dimostrato la fattibilità tecnologica della costruzione di un osservatorio spaziale per onde gravitazionali, ora verrà utilizzata dalla NASA per mappare la distribuzione delle particelle rilasciate da asteroidi e comete durante il loro viaggio. La maggior parte di queste particelle hanno masse paragonabili a quelle di un granello di sabbia e si muovono a velocità che sfiorano i 36.000 chilometri orari. La proposta della NASA consiste nel tracciamento delle minuscole esplosioni causate dai propulsori di Lisa che compensano l’impatto delle polveri sulla sonda. L’elevata sensibilità della sonda alle micro particelle e la capacità di misurare la loro grandezza e la direzione fanno di LISA uno strumento unico per studiare la popolazione di micrometeoriti del sistema solare interno. E non solo: la mappatura delle polveri cosmiche fornirà preziose indicazioni sui processi di formazione dei pianeti e sarà d’aiuto per la valutazione dei rischi che il loro eventuale impatto può avere sulle sonde spaziali.


ASI Agenzia Spaziale Italiana, 2015